COME VENDERE UN IMMOBILE EREDITATO

COME VENDERE UN IMMOBILE EREDITATO

Agenzia La Fontana oggi vi spiega come vendere un immobile ereditato.

Vendere una casa ricevuta in eredità richiede alcuni adempimenti specifici che è necessario conoscere per concludere senza problemi il rogito.

Data la delicatezza di questa materia il consiglio è di farsi assistere da un professionista esperto di Agenzia La Fontana per analizzare la specifica situazione, specie quando la vendita riguarda un immobile ereditato in comunione e quindi ci sono più eredi.

Vediamo quindi quali sono i requisiti e le procedure da seguire per vendere una casa ereditata.

Come vendere un immobile ereditato: la dichiarazione di successione

Il primo atto necessario per poter vendere l’immobile ricevuto in eredità è la dichiarazione di successione. Questo atto va presentato entro un anno dalla morte del proprietario ed è necessario per notificare il trasferimento dei beni agli eredi a fini fiscali.

Sono tenuti a presentare tale dichiarazione:

  • gli eredi, i chiamati all’eredità e i legatari – a meno che non abbiano rinunciato all’eredità o abbiano nominato un curatore – o i loro rappresentanti legali
  • gli immessi nel possesso dei beni, in caso di assenza del defunto o di dichiarazione di morte presunta
  • gli amministratori dell’eredità
  • i curatori delle eredità giacenti
  • gli esecutori testamentari
  • i trustee

La dichiarazione va presentata:

  • per via telematica utilizzando il software disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Tale modalità diventerà obbligatoria dal 1 gennaio 2018
  • Presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate. Tale modalità sarà disponibile in via transitoria fino al 31 dicembre 2017

L’ufficio territorialmente competente è:

  • quello del luogo in cui il defunto aveva fissato l’ultima residenza nota
  • quello del luogo in cui il defunto aveva fissato l’ultima residenza italiana, se residente all’estero

Per tutti i dettagli e per scaricare i moduli necessari è possibile consultare la sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate dedicata alla dichiarazione di successione.

Come vendere un immobile ereditato: la tassa di successione

Sulla casa ricevuta in eredità è necessario pagare la tassa di successione. Anche in questo caso è consigliabile rivolgersi a un professionista onde evitare sanzioni. Le aliquote variano in funzione del grado di parentela:

  • Coniuge e figli: 4% sul valore catastale dell’immobile con franchigia pari a 1.000.000 di euro. Ciò vuol dire che l’imposta va pagata solo sull’importo che eccede tale valore, altrimenti non si paga nulla
  • Fratelli e sorelle: 6% con franchigia pari a 100 mila euro.
  • Altri parenti fino al 4° grado, affini in linea retta, affini in linea correlata entro il 3°: rispettivamente nipoti, zii e cugini di primo grado e suoceri e cognati, 6% sul valore catastale, senza applicazione della franchigia
  • Altri soggetti quali, ad esempio, il convivente: 8% senza applicazione della franchigia
  • Eredi disabili: è prevista una franchigia pari a 1.500.000 euro.

Desideri maggiori informazioni su come vendere un immobile ereditato?

Contattaci!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here